Il bene dell’Italia prima di tutto: dobbiamo ricominciare da capo

“Abbiamo vinto, ma abbiamo perso”. Tutti noi che abbiamo votato Centro Sinistra sentiamo l’amaro sapore della sconfitta e della beffa, inutile nasconderlo. E quella strana sensazione alla bocca dello stomaco? Si chiama vomito. Hai vomitato? Bene, bene a volte fa bene… ed ora…

COSA FARE / PERCHÈ (in corsivo):

ricominciare da capo per il bene dell’Italia

  1. Evitare un governo di qualsiasi tipo con il Centro Destra, cadesse il mondo / sarebbe immondo, non durerebbe e serve un governo forte per l’intera legislatura. Un accordo con il centro destra confermerebbe la posizione di Grillo, l’invasato (vedi foto, AGP) Imageotterrebbe la maggioranza assoluta alle prossime elezioni (e anche giustamemente direi , se il PD si alleasse con Berlusconi). 
  2. Resistere alla tentazione di formare un governo minoritario, ed in particolare di effettuare una campagna acquisti nel Movimento 5 Stelle. Evitare persino di tentare di formare un governo con il M5S, appoggi a programma, robe strane. / Anche questo atteggiamento confermerebbe le tesi “spacca sistema” di Beppe Grillo oltre ad essere sbagliato, porterebbe all’impallinamento ed arrostimento del tordo… 
    da "facebook/giulatesta"

    da “facebook/giulatesta”


    Questa vignetta satirica “ma questo è stalking” da facebook/giulatesta del 3 Marzo, conferma il punto.

  3. Puntare immediatamente e senza alcuna esitazione a nuove elezioni, che dovranno produrre una maggioranza di governo stabile. La logica e’ ferrea, il parlamento e’ ingovernabile. Il governo Monti rimane in carica per evitare ulteriori scossoni. Formare un qualsivoglia altro governo verra’ percepito e ritorto contro il PD come nuova occupazione di potere. / I mercati e l’Italia possono sopportare alcuni mesi di incertezza se questo portera’ ad un forte governo e il governo Monti e’ stimato all’estero. Dubito che Monti accetterebbe, ma si puó tentare. Attenzione: i neoeletti parlamentari del PD hanno un conflitto di interesse a riguardo. L’Italia prima di tutto.
  4. I passi istituzionali sono obbligati a causa del semestre bianco (i.e. Napolitano non puó sciogliere le camere) / Questo Parlamento e’ zoppo e deve fare solo 2 cose e farle bene: eleggere il presidente della Repubblica (che si impegna a sciogliere le camere appena eletto/a), generare ed approvare una legge elettorale che GARANTISCA la governabilita’ a chi prende la maggioranza relativa dei voti. Una generica proposta di legge elettorale e’ in allegato. Come ai processi in America; “Ogni altro tentativo di collaborazione con l’invasato o col Giaguaro verra’ ritorto contro di voi”.
  5. Chi prendera’ la maggioranza relativa governera’, sia il Centro Destra, il M5S, o il Centro Sinistra. Ció è giusto e democratico.A riguardo, faccio una proposta shock. Se questo parlamento non riuscisse ad approvare una nuova legge elettorale, i nuovi candidati (partendo dal fondo della lista) del Centro Sinistra si devono impegnare a rinunciare al seggio, in modo da permettere ad un’altra coalizione che vincesse numericamente ma non avesse i parlamentari per governare di avere la maggioranza assoluta. / Questo e’ un atto di abnegazione unilaterale e necessario per il bene dell’Italia. E’ meglio un cattivo governo che un non governo. PS: chiunque si opponesse alla riforma elettorale deve essere chiaramente additato come “distruttore dell’Italia”. 
  6. Il PD e’ l’unica vera, realistica speranza per l’Italia (e con essa l’Europa): il Centro Destra e’ il nulla e il Grillismo e’ regressivo. Dobbiamo ripensare la campagna elettorale. Serve un nuovo programma piú incisivo e soprattutto una capacitá mediatica molto piú scientifica ed aggressiva. Bisogna riconoscere ed adattarsi alla stratificazione culturale del paese, con un 75% della popolazione di fatto incapace di interpretare compiutamente un testo scritto ed abbruttita da quasi 20 anni di Berlusconismo. Da un lato spiegare cosa verrá fatto per gli italiani e dall’altro smontare brutalmente le idee regressive del Grillismo, quelle false del Berlusconismo e i candidati impresentabili (Berlusconi). I nostri avversari, sono di fatto un disastro per il bene del paese, ma sono dei maestri dell’uso dei media, non possiamo lasciarci massacrare. Fin da subito va formato un nuovo gruppo di azione mediatico, che gestisca anche il punto successivo. Non mi piace doverlo dire, ma la politica e’ anche spettacolo ed in Italia e’ dimostrato che lo spettacolo ha piu’ peso del contenuto. Uniamo contenuti, persone oneste e capaci con un bello spettacolo avvincente, per vincere. Forse non e’ un caso che la parola avvincente abbia “vincente” al suo interno. Inoltre ritengo che vi siano alcune proposte nel M5S (intransigente onestá), Rivoluzione Civile (confisca beni criminali, forte riduzione tempi giustizia), Monti e anche di Fare per fermare il declino che andrebbero esaminate ed incorporate, ma non come collaborazione, ma come svuotamento dei pochi contenuti di valore presenti altrove.
  7. Il partito deve avere la possibilita’ di ritornare alle primarie/ parlamentarie in quanto l’On. Bersani, al quale va tutta la mia stima – ed anche di piú – purtroppo non è riuscito ad incassare la vittoria. Sará difficile, perchè tutti abbiamo l’impressione che sia impossibile avvicinarsi all’entusiasmo popolare che Grillo con la sua vuota protesta e maestria mediatica ha saputo generare, ma è necessario. Ma vi rendete conto che sbeffeggiando la televisione è stato in televisione piú fortemente di tutti senza mai avere un contraddittorio con nessuno? Forse Bersani vincerá di nuovo le primarie e ricaricato vincerá le elezioni (“Gargamella la vendetta”, permettetemi), ma portare la stessa squadra automaticamente alle prossime elezioni sarebbe un suicidio. O cercare di evitare le elezioni (= un suicidio ritardato). Sará necessario uno sforzo organizzativo e programmatico senza precedenti, che soprattutto coinvolga la base, utilizzando gli strumenti della rete in modo simile al M5S (non credo assolutamente nella [finta o vera] democrazia diretta, ma moltissimo nella possibilitá di informarsi a fondo per scegliere i rappresentanti migliori). Ci sará piú tempo a disposizione questa volta, ma bisogna re-agire da subito, perchè ad Agosto si vota di nuovo e Berlusconi e Grillo portano l’Italia contro un muro.

SEMPLICE PROPOSTA DI LEGGE ELETTORALE (per tradizione, Simoncellum)

1) Si sommano i voti di camera e senato, Italia ed estero. La coalizione che ha la maggioranza ralativa ottiene il 60% dei seggi sia al senato che alla camera (40% basta a fare opposizione).

2) I collegi rimangono simili agli attuali, ma ritornano le preferenze. Oltre ai collegi locali, viene creata una lista candidati nazionali per ogni partito (che puo’ essere all’interno di una coalizione). Meccanismo di attribuzione dei seggi: in un primo passaggio si calcola la distribuzione percentuale proporzionale di seggi come se il premio di maggioranza non ci fosse. Per esempio: coalizione 1 40%, coalizione 2 35%, coalizione 3 25%. Il 40% dei parlamentari della coalizione vincente verranno dalle liste dei collegi (in ordine di preferenze espresse), il restante 20% arrivera’ dalla lista nazionale, in ordine di lista ed in proporzione ai voti dei singoli partiti di coalizione. Le due restanti coalizioni vedono il loro numero di parlamentari ridotto per un complessivo 20%. Siccome in questo esempio 20% / (35%+25%) = 1/3, i parlamentari della coalizione 2 saranno solo il 35% * 2/3 = 23.3% e per la coalizione 3 25%* 2/3= 16.7%. 

3) Le liste nazionali possono includere candidati in collegi locali ed in caso di loro elezione “locale” essi vengono defalcati dalla lista nazionale.

4) E’ necessario ovviamente creare un meccanismo iterativo per il computo dei parlamentari da assegnare ad ogni collegio, perche’ esso dipende dalla percentuale ottenuta dalla coalizione vincente. Infatti se la coalizione vincente prendesse piu’ del 60% dei voti, la lista nazionale sarebbe inutile. Piu’ la percentuale della coalizione vincente e’ bassa e meno parlamentari verranno eletti nelle circoscrizioni locali.
5) Il voto all’estero viene mantenuto.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...